Chi siamo

Il festival di Astronomia di Castellaro Lagusello 2024 è organizzato da

Organizzazione:

Anita Zanella ha conseguito il dottorato di ricerca in Astrofisica presso il Commissariat à l’Énergie Atomique (Parigi, Francia) e ha poi lavorato come ricercatrice presso lo European Southern Observatory sia in Germania che in Cile. Dal 2019 è ricercatrice presso INAF. Si occupa di studiare come le galassie si formano ed evolvono nel tempo, dando vita alla moltitudine di forme e colori che osserviamo oggi. Anita Zanella è anche appassionata di divulgazione scientifica, ha partecipato e organizzato numerosi festival ed eventi internazionali in Italia, Francia e Germania.

Barbara Arfé ha conseguito il dottorato in Psicologia dello Sviluppo e dei Processi della Socializzazione presso l’Università di Padova, dove attualmente insegna Psicologia dell’Educazione e Disturbi dell’Apprendimento. Ha svolto periodi di ricerca e studio presso l’Università di Oxford e l’University College London (UCL). Da anni si occupa dello studio delle disabilità uditive e del ruolo dell'ambiente acustico nell'apprendimento. È parte di network internazionali sui temi dell’alfabetizzazione e della didattica inclusiva, come Red LectIN (Inclusive Reading Network for Research and Innovation in Atypical Reading), e ha contribuito alla realizzazione di progetti didattici innovativi e inclusivi nell’area della fisica e dell’informatica. Collabora con la Fondazione Robert Hollman, il Comune di Padova, e l’Unione Italiana Ciechi a Sensoriabile anch’io, un progetto di sensibilizzazione e formazione che intende promuovere ed estendere l’accessibilità di servizi, istruzione e beni culturali per bambini e adulti con disabilità sensoriali.

Andrea Cottinelli si è laureato in astrofisica dopo il diploma classico, consegue il master in comunicazione delle scienze presso l’Università degli Studi di Padova. Ha lavorato per due anni come assegnista presso INAF OAPd, sulla missione PLATO dell'Agenzia Spaziale Europea. Da sempre appassionato di scienza, teatro e arti performative, continua a mischiare le tre cose insegnando di matematica e fisica alle superiori, organizzando festival e facendo ricerca qua e là in ambito educativo e divulgativo.

Federico Di Giacomo si è laureato in astrofisica e cosmologia presso l'università di Bologna nel 2013. Dal 2015 lavora presso l’INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica, nell'ambito della didattica e divulgazione. Attualmente possiede un assegno di ricerca presso l'INAF Osservatorio Astronomico di Padova dove si occupa di valorizzazione del patrimonio scientifico dell’INAF, oltre che a dedicarsi a varie attività di didattica e divulgazione. In particolare, nell’ultimo anno si sta occupando di un progetto di ricerca dedicato allo studio di alcuni cataloghi stellari realizzati a Padova a metà ‘800. Svolge molteplici altre attività di didattica e divulgazione dell’astronomia e della scienza in generale. 

Giovanni Liuzzi si è laureato in Scienze psicologiche cognitive e psicobiologiche presso l’Università di Padova nel 2018. Nel 2021 ha collaborato come tutor per l’inclusione presso l’Università di Padova. Dal 2021 collabora con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Sezione di Padova nell’ambito dell’inclusione didattica dei disabili della vista a garanzia di un equo accesso alle opportunità formative. Appassionato di soluzioni innovative per divulgare la scienza in modo accessibile e inclusivo.

Massimo Grassi ha conseguito il dottorato di ricerca in Psicologia Sperimentale presso l’Università di Padova. Ha svolto il periodo di post dottorato presso l’Università di Udine e come visiting scientist e Marie Curie fellow presso la University of Sussex. Dal 2006 al 2018 è stato ricercatore presso l’Università di Padova e dal 2018 è professore associato presso la stessa università. Si occupa di percezione uditiva, psicologia della musica e delle possibili applicazioni di queste nella vita quotidiana. E’ stato coordinatore della sezione sperimentale della Associazione Italiana di Psicologia ed è membro dello steering committee della Italian Reproducibility Network. Ha organizzato molti eventi di divulgazione scientifica tra cui, recentemente, la mostra d’arte “L’occhio in gioco” presso il palazzo del Monte di Pietà di Padova.

Rachele Toniolo si è laureata in astronomia presso l’Università di Padova con una tesi sull’utilizzo del gioco come strumento didattico e dal 2019 lavora presso INAF - Istituto di Radioastronomia di Bologna occupandosi della didattica e divulgazione dell’astrofisica.
Nello stesso ambito dal 2022 svolge un dottorato di ricerca, principalmente dedicato allo sviluppo di nuove risorse didattiche aventi come tema la radioastronomia e che sfruttano le principali metodologie innovative, come tinkering, project based learning e game based learning.

Sabrina Carraro si è laureata in Scienze Politiche indirizzo storico-politico presso l'Università degli studi di Padova. Dal 1997 è funzionario di amministrazione presso l'INAF come responsabile risorse umane. Negli anni ha partecipato all'organizzazione di congressi scientifici e dal 2018 lavora nell'ambito della didattica e divulgazione per l'organizzazione e la realizzazione di attività rivolte al pubblico e alle scuole.

Oltre questo è appassionata di storia, arte e letteratura.  

Stefano Delle Monache è ricercatore presso la Facoltà di Industrial Design Engineering della Delft University of Technology, dove si occupa di pratiche, metodi e forme di rappresentazione del sound-driven design.  

Dopo gli studi presso la Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio di Musica G. Verdi di Como (2008), ha conseguito il dottorato in Design presso l'Università IUAV di Venezia (2012). Nel 2020 ha conseguito la borsa di studio Marie Skłodowska-Curie con il progetto PADS - Participatory Designing with Sound.  

Svolge consulenze e attività artistico-musicale per preservare i suoi spazi di libertà.

Grafica e scenografia:

Francesca Zanella, architetto e scenografa. Laureata in architettura nel 2016 presso l'Accademia di Architettura di Mendrisio (Svizzera), ha lavorato come architetto sia in Italia che all'estero. Dal 2017 lavora a Roma come assistente scenografo per produzioni cinematografiche, tra cui Il traditore (M. Bellocchio), Hammamet (G. Amelio), Lacci (D. Luchetti), Esterno Notte (M. Bellocchio).

Traduzioni:

Giuliana Giobbi è laureata in Lingue Straniere Moderne presso l'Università la Sapienza di Roma, ha conseguito un Dottorato di Ricerca presso l'Università di Glasgow (UK) in Letteratura Inglese e Comparata. Tornata in Italia, lavora da molti anni in INAF, prima presso INAF-OAR e da un anno presso la Sede Centrale, per compiti divulgativi, linguistici, e per l'organizzazione di eventi nazionali ed internazionali. Nel tempo libero ama leggere narrativa anglosassone e praticare yoga.

Hanno collaborato:

Stefano Sandrelli

INAF - Osservatorio Astronomico di Brera, IAU-Office of Astronomy for Education Center Italy

Sara Ricciardi

INAF - Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna, IAU-Office of Astronomy for Education Center Italy

Gloria tirabassi

INAF - Osservatorio Astronomico di Brera, IAU-Office of Astronomy for Education Center Italy

Con il patrocinio di:

Con il patrocinio di

e con il patrocinio del Dipartimento di Fisica e Astronomia "G. Galilei", del Dipartimento di Psicologia generale dell'Università di Padova e del Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Scocializzazione

Con la collaborazione di:

I nostri sponsor: